Macerie prime Sei mesi dopo

Questo oggi cercherò di dirti fan del libro, che questo è il miglior libro Macerie prime. Sei mesi dopo. A distanza di sei mesi dall’uscita della prima parte della storia, Zerocalcare ritorna con Macerie prime – Sei mesi dopo, edito da BAO Publishing. Prendi questo libro Macerie prime. Sei mesi dopo di Zerocalcare e trova in internet. Con il pretesto di raccontare il trascorrere del tempo e l’evolversi degli eventi nella propria vita e in quella dei suoi amici, l’autore confeziona un fumetto diverso da quelli firmati in precedenza e offre al lettore uno sguardo disincantato sulla vita e sulla società attuale, mettendo al centro della scena la generazione nata nel corso degli anni ’80.

libro Macerie prime. Sei mesi dopo

Dettagli prodotto

Copertina rigida: 192 pagine
Editore: Bao Publishing (7 maggio 2018)
Collana: Bao Publishing
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8832730766
ISBN-13: 978-8832730760
Peso di spedizione: 699 g

Nasce il figlio di Cinghiale. Gli amici si riavvicinano. Niente è più come prima. Sei mesi dopo l’uscita di «Macerie prime», Zerocalcare torna con il capitolo conclusivo della sua storia più emblematica e contemporanea. Il senso di precarietà sociale del suo cast sembra assoluto, i rapporti amicali si lacerano, le tenebre avanzano. Piccoli pezzi di ciascuno vengono perduti, rubati, cambiano gli equilibri. E l’armadillo è sempre latitante. Se una soluzione esiste, in cosa consisterà?

Sei mesi fa, la storia s’interrompeva con un’attesa collettiva e importante da parte dei personaggi che, in realtà, incarnava tutta una serie di aspettative più piccole legate ai cambiamenti personali di ognuno. Macerie prime – Sei mesi dopo, oltre a proporre un aggiornamento di quella condizione, colpisce il lettore allo stomaco con alcune prese di coscienza che, nel loro essere intime, risultano molto d’impatto a livello emotivo.

Ecco di seguito è recensione:
Libro Macerie prime Sei mesi dopo letto in due giorni. Zerocalcare esprime in un fumetto quello che ogni trentenne vive. Racconta dell’indifferenza che serve a proteggersi ma che alla fine è un arma che danneggia noi e gli altri. Zerocalcare funziona sempre perché non è artificiale, il libro non è costruito ma è un racconto sincero di vita in cui ci ritroviamo tutti. Gli ultimi suoi due libri sono quelli che mi hanno fatto sorridere di meno ma che mi rimarranno più impressi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *